Una vita a foglietti

Benvenuta Greta

NeonataCiao piccola Greta, sei arrivata da poco, non ti conosco ancora, ho visto solo alcune foto; oggi è possibile entrare nel mondo con una velocità sconosciuta ai nostri tempi. Ma ci fa piacere. Abbiamo sorriso ai tuoi capelli già in forma “gel”, ai tuoi sorrisetti che fanno ricordare zia Giovanna (non svenire), ai tuoi cambiamenti in soli pochi giorni, ma al di là di tutto quello che abbiamo visto, ti racconto di quello che ho sentito, perché le foto le guarderai anche tu quando sarai un po’ più grande, ma le sensazioni che hai fatto nascere in che ti ha aspettata, voluta, amata già sulla fiducia, nell’attesa della tua compagnia, te le voglio raccontare per quel poco che ho potuto catturare  ma che è talmente tanto che ha travolto anche chi era a chilometri di distanza. L’amore cara Greta, è uno degli ingredienti che dovrai ricercare sempre nella vita. Ci saranno per te di sicuro giocattoli, ma che si potranno rompere, vestiti che con il tempo saranno un po’ più stretti, ma cose come l’amore, non saranno mai fuori moda, non saranno mai troppo stretti, non saranno mai abbastanza. E tu ne sei circondata. Sii felice di questo. Raccogli questa fortuna che è anche la prima cosa che hai già saputo riconoscere, i vestiti e i giocattoli verranno dopo. Questo ti serve subito, per crearti il tuo primo spazio nel mondo, per cominciare a educare un piccolo cuoricino che nel tempo dovrà conservare per poi donare allo stesso modo.

Questo è il mio benvenuto per te piccola Greta, che mi fai rivivere momenti stupendi che dopo decenni ancora mi stupiscono e mi fanno piangere di gioia per le bellissime cose che mi regalano tutti i giorni. Una mamma non è mai demodé. Una mamma, più di un figlio, supera orgoglio, rancore, difficoltà perché l’unico sentimento che può aver posto nel suo cuore è l’amore e sa che il suo compito, per sempre, è quello di faro e esempio nella vita dei suoi figli.

Ciao piccola, spero di conoscerti presto!

Rispondi