Una vita a foglietti

Il cuore parla

cuorevetroappannatodi5is9Cava, 28/10/13

Stamattina si parla del ragazzo che si è suicidato.

Ho letto un articolo in cui si sottolineava la mancanza della politica in questo gesto, perché non si fa abbastanza per i gay. Ma qualcuno ribatteva che essendo gay, questo ragazzo aveva già problemi. Mah! Strane considerazioni. Per me è una vita che si è spenta, e ancora abbiamo bisogno di etichettarla. Non passa per la testa che forse era una persona che voleva aiuto e non l’ha trovato? Aiuto, non sesso, affetto, non classificazione. A qualcuno vicino o lontano avrà parlato, con occhi, sguardi, parole, gesti, e non è stato ascoltato. O era talmente solo da non far trapelare neanche quello, chissà. Ma io dico che i cuori parlano. A chi li ascolta. Ci sono fatti a dimostrarlo.

Cosa fa l’amore! Abita nel nostro cuore, modella i nostri comportamenti, indirizza i nostri pensieri. E ci permette di trasmettere sensazioni in ogni direzione.

E a me a volte fa paura quello che riesce a raccontare. Anche quando quel cuore non lo conosco, quando non l’ho mai visto, ma l’ho troppo sentito.

Il dolore che passa attraverso quel muscolo che è indispensabile per la nostra vita, è come il colesterolo. Quando intasa le arterie, sono seri problemi.

Vorrei raccontare della delusione, della frustrazione che passa attraverso un filo di telefono tra due sconosciute. E soprattutto chiedere perché a me, che non la conosco, viene così chiaro il suo dolore e chi la frequenta, chi abita con lei, non lo sente e non lo vede? Io immagino le rughe, forse ferite più che segni del tempo, e gli occhi spenti, per non guardare ancora il vuoto che li circonda. E quel cuore che appartiene ad una vedova che è ancora sposata.

Guardatevi intorno. Quel cuore vuole ancora dire qualcosa. Sta urlando a qualcuno che ha intrapreso la sua stessa strada, di fermarsi. Non dimenticate le pochezze degli uomini per un gioiello, una serata speciale, o belle parole senza seguito. I fatti parlano molto di più. E quando c’è silenzio e povertà di cuore, non c’è rimedio.

2 commenti su “Il cuore parla

Rispondi