Una vita a foglietti

Il dono del cuore

cuoreLe nostre chiacchiere infinite a volte lasciano delle illuminazioni. In un contesto grande ti accorgi che semplici poche parole possono spiegare tante cose: “il cuore è un dono”.

Ed è proprio così. Avere un cuore è un privilegio.

Avere un cuore significa saper guardare oltre le barriere della carne.

Avere un cuore significa saper cercare oltre la materialità del quotidiano.

Avere un cuore significa saper provare sentimenti che vanno oltre la solitaria vita terrena.

Ma è anche vero che aver un cuore significa soffrire, significa sbattere contro le barriere della carne, combattere contro gli interessi materiali, contro l’ignoranza di chi un cuore non ce l’ha.

Noi siamo in guerra. Qualcuno ha deciso qualche anno fa che la nostra doveva diventare una vita di trincea.

Noi non ci siamo arruolati, ma ci hanno dato la divisa e ci hanno detto di combattere. Ad armi impari.

La verità contro la bugia. Gli affetti contro gli interessi.

E in questa battaglia molti sono stati i soggetti che hanno voluto imbracciare le armi. Chi solo per salvaguardare la propria incolumità e molti altri per salire sul carrozzone di quello che volevano fosse il vincitore.

Ma in questa scelta quante cose vi sono sfuggite, a voi, paladini di una menzogna!

Ultimamente arrivano un sacco di messaggini, di richieste, di preghiere da tanta brava gente che si alza sul trespolo di turno e ci vuole indicare la retta via. Ma salite senza guardare dove siete nè cosa dite. Salite e parlate da soli senza MAI avere il coraggio di ascoltare chi è informato di fatti. Cercate vie traverse, vi vestite di abiti di bontà e altruismo e vi dimenticate gli anni passati, in cui potevate e dovevate avere un ruolo diverso.

È così facile mentirvi? Per voi sì. E lo fate a voi stessi senza rendervene conto. Vi prendete in giro e giocate con le vite degli altri fingendo di non capire quanto fate male.

Ma non starò qui a dire a ciascuno di voi in quante cose avete peccato, non sono il vostro confessore.

Vi dirò una cosa che forse è l’unica che vi fa ancora tremare di invidia: noi siamo sempre uguali.

Le nostre vite, quelle verso cui molti hanno puntato ingiustamente il dito, non sono mai cambiate. Le nostre abitudini, la nostra chiesa, le nostre amicizie, sono sempre le stesse.

Noi non siamo foglie al vento che cercano riparo dove capita. Noi un posto sicuro lo abbiamo. Noi degli affetti sinceri li abbiamo creati. Noi dei valori in cui credere DAVVERO ce li abbiamo in quel cuore di cui qualcuno ha voluto farci dono.

Interrogatevi. La vita è cosa breve o a volte lunga e dolorosa. Se ci guardiamo intorno, ne vediamo tante di storie che ci mostrano come la fine che arriverà, per ognuno di noi, sarà cosa incerta, improvvisa forse, dolorosa o serena, ma che probabilmente ci mostra l’ultimo conto da pagare.

Di debiti economici ne possiamo lasciare dietro di noi tanti, ma quelli che dobbiamo saldare con qualcuno lassù in alto, non si lasciano in eredità a nessuno.

Un commento su “Il dono del cuore

  1. Teresa d.

    E’ complicato essere abitati da un cuore che sceglie la via del bene. Si soffre tanto.
    E il dramma è che anche loro hanno valori in cui credono, ma “credono” male.
    Indottrinati da gente che corrompe con menzogne.
    E’ un dramma questa guerra, Paola cara.

Rispondi