Una vita a foglietti

Peppe e Sofia

peppeSarà stato il tuo compleanno ricordato ancora una volta il giorno sbagliato, sarà stato che, proprio per questo, ci siamo detti quanto ci vogliamo bene lo stesso e sarà sempre per lo stesso motivo che sono tante ore che mi vieni in mente. Ma adesso la tua immagine è sempre legata a quella di un’altra: una nuova donna nella tua vita che credo sarà anche quella che non passerà mai, Sofia. Ci conosciamo da tanti anni (talmente tanti che non dovremmo dirlo…), “siamo diventati grandi insieme”, come diceva uno dei cantanti che tu avrai ascoltato molto poco, altro genere, e ci conosciamo abbastanza. Abbastanza da poterti regalare questa pagina. L’amore che provi per Sofia, la gioia che dimostri nei momenti che passate insieme mista a quel velo di tristezza che da qualche parte viene fuori perché sai che lei non è con te tutti i giorni della sua e della tua vita, è qualcosa di smisurato. Mai ti avevo visto così. E’ vero che i figli cambiano. Qualcuno anni fa, un altro papà innamorato, aveva gli stessi sentimenti e un modo forse un po’ diverso di comunicarlo. Ma fate parte della stessa storia e la forza del vostro amore ritorna.

Grazie per le emozioni che posso vivere attraverso le tue, grazie perché sai mostrare l’amore che provi, grazie… per la follia che ti contraddistingue.

Rispondi