Una vita a foglietti

Una sera con Brignani

enrico-brignanoL’avete visto il programma  di Brignani l’altra sera? Divertentissimo, ospiti graditi, da Laura Pausini a Lando Fiorini, il ricordo per Aldo Fabrizi e in mezzo quelle battutine sempre così simpatiche, divertenti. Davvero poteva essere serata piacevole, ed essendo sulla Rai poi,…

Ma tra una battuta e l’altra, mi è sembrato di vederlo un tantino stizzito. Sarà che lui, con questa classe politica, non ci deve essere tanto in sintonia. Ma parlo a livello generale. Non è che si ferma al giovanotto che adesso ha tutto in pugno e promette fiducia a destra e a manca. No, vedo che è anche una cosa un po’ più dislocata. Le Regioni, le Amministrazioni periferiche. Perché in Italia ci sono addirittura 17 Regioni sotto inchiesta…  se la matematica non è un’opinione quasi tutte direi. E per tutte c’è un comune denominatore: rimborso spese, alias appropriazione indebita, alias ladri. Non riporto tutta la lista delle cose che hanno avuto il coraggio di farsi rimborsare: dalle 4-5 cene quasi in contemporanea, alle spese di matrimonio, alle mutande (la responsabilità dell’incarico deve aver causato dissenteria), ma una cosa era sfuggita almeno a me. E deve essere anche la cosa che ha stupito il caro, divertente Enrico, che mentre lo diceva tanto divertito non sembrava; voi lo sapete cosa hanno messo in conto spese? Un vibratore.

Non vorrei essere volgare, ma non mi viene un sinonimo al momento e poi mi chiedo: devo vergognarmi io che lo scrivo e non si è vergognato chi ha messo stò coso in nota spesa? Ma come sempre sono fuori strada. Accomuno il senso di vergogna a qualcuno che non credo che sappia cosa voglia dire questa parola e questo sentimento. Anche perché sinceramente, volendone fare un discorso di privacy e di rispetto, per chi l’hai comprato l’attrezzo? Se qualcuno in famiglia, che fosse lui o altri ad averne bisogno, doveva per forza farlo sapere a tutta la Nazione? Sarà che non vogliono avere segreti per noi, per questo ci raccontano intimi dettagli della loro vita privata. Ma sapete cari amministratori dal rimborso alias appropriazione alias furto facile, cosa ce ne facciamo dei vostri segreti? … già l’argomento è stato poco adatto ad una signora, per cui questo spazio lo lascio ad uso di ognuno che leggerà.

Quello che vorrei sapere è: tra le migliaia di persone corrotte e coinvolte, quanti potranno ancora promettere qualcosa e quindi arrivare dove c’è ancora chi vuole essere corrotto e coinvolto per poter poi usufruire di un costume volto soltanto al malaffare? Non è questione di pochi che andrebbero rimossi. E’ una generazione di malviventi che ha occupato le poltrone di comando e il timore è che non scenderanno perché non troveremo  chi ha voglia di buttarli giù. I controlli sui controllori sono una sconfitta e tutto diventa sempre più un giro di vite, un cane che si morde una coda sempre più corta.

Sarà per questa puzza di marcio che arriva dovunque, che nemmeno un bravissimo attore, comico, intrattenitore come Brignani, riesce più a regalarci un vero sorriso.

Rispondi